[  Indice  ]
[  Fonti  ]

[  HOME  ] [La Storia] [Gli Uomini] La Nave ] [Documenti] [Ringraziamenti]
[Notiziario]
Spagna
Africa
Atlantico
BETASOM
Affondamento

La Storia


Costruito nei cantieri navali Franco Tosi di Taranto in trentaquattro mesi, il Ferraris fu' l'ultimo battello di quattro sommergibili di classe Archimede.

Varato l' 11 agosto del 1934, il battello venne presto dislocato in Spagna negli anni della rivoluzione franchista.
Durante la guerra di Spagna partecipo' attivamente a ben tre missioni operative durante le quali affondo' oltre 9000t. complessive di naviglio.

Nelle acque di Terragona il Ferraris danneggio' gravemente il Piroscafo Navarra di 1688t. appartenente ai repubblicani.

In seguito venne impiegato nel mar Egeo, qui affondo' due piroscafi, il Ciudad De Cadiz di 4602t. e l'Armuru di 2762t. (il quale, gravemente danneggiato, s'incaglio' nei pressi dell'Isola di Tenedos)

Il 10 giugno del 1940, all'alba della seconda guerra mondiale, la nave venne dislocata nel Mar Rosso, nel porto di Massaua sotto l'ottantunesima squadriglia del Comando Navale Italiano Africa Orientale insieme ai sommergibili Guglielmotti, Galileo Galilei e Luigi Galvani

Foto a destra, fonte sito http://www.subnetitalia.it, sulla falsatorre dietro al cannoncino si possono scorgere le prime e le ultime lettere del motto del Ferraris DVRANDVM EST


Il 3 marzo del 1941, anticipando la presa della base da parte degli inglesi, il Ferraris salpo' alla volta della base nell'Atlantico BETASOM, presso Bordeaux, nella Francia occupata.
Insieme al Ferrarris partirono dalla base Eritrea anche l'Archimede e il Perla.

Dal porto di Massaua, attraverso un tratto di Oceano Indiano e poi ad ovest del Madagascar i battelli circumnavigarono in circa 60 giorni l'Africa effettuando una sola sosta, il 16 Aprile, a Nord-Ovest di Tristan da Cuna nel punto di ritrovo con il Northmark, la nave cisterna corsara tedesca incaricata dei rifornimenti.

Il 9 maggio del 1941 il Ferraris arrivo' a destinazione.
Dal 15 maggio al primo Ottobre 1941 venne tenuto in arsenale e sottoposto ad un ciclo di riparazioni delle macchine diesel dopo la crociera di trasferimento.


Il Ferraris in navigazione nell'Atlantico


Il 14 ottobre 1941 il Ferraris parti' da Bordeaux alla volta di ENE delle Azzorre.
Solo 11 giorni dopo, il mattino del 25 ottobre 1941 durante la caccia ad un convoglio militare venne avvistato e bombardato da un aereo nemico. Autoaffondato alle ore 12.00 con lui sparirono in azione sei uomini.

Prende il nome dall'illustre scienziato italiano Galileo Ferraris, il quale aveva dato nome anche al Ferraris I.

Il motto del Ferraris: Durandum Est (bisogna tenere duro)

Clicca per la raccolta dei motti dei sommergibili italiani

http://www.smgferraris.com ~ danilo.serpe@gmail.com